Vacanze 2016? Il 20% degli italiani sceglie una escort

[Voti: 1    Media Voto: 5/5]

Sono molti ormai gli italiani e le italiane, che stanno iniziando a dedicarsi alla preparazione delle meritate ferie estive. Ferie volute, desiderate, agognate, nei freddi mesi invernali, e ormai veramente alle porte. Alcuni propenderanno di sicuro per località lontane ed esotiche, altri per città d’arte italiane o estere, molti decideranno di passare qualche settimana al mare o in montagna, ma tutti vorranno sicuramente compagnia, una compagnia che possa fare dimenticare loro lo stress invernale.

Le stime, che in questo periodo sono pubblicate dai siti specializzati, sottolineano come anche i single, cercano di non passare il periodo di riposo in solitudine, una solitudine che il più delle volte invece di fare rilassare la persona, amplifica a dismisura la sua spossatezza fisica e mentale, con il rischio di rovinare del tutto il meritato periodo di riposo.

In tale contesto non è solamente chi ha famiglia, o coltiva rapporti interpersonali frequenti, a voler partire accompagnato, ma anche chi per i casi della vita o invece per scelta personale, accompagnato non lo è.

Le stime in questo caso parlano molto chiaro, molti single, siano essi uomini o donne, si rivolgono a una professionista o ad un professionista del settore, per essere accompagnato/a durante le ferie. Non si tratta per nulla della voglia di avere un piacere fisico, ma solamente dalla consapevolezza di ambire alla compagnia di una persona, che sappia interpretare alla perfezione i propri desideri, in una sola parola di una escort.

In vacanza con la escort: ecco i motivi

Negli anni d’altronde le accompagnatrici, e gli accompagnatori, si sono ricavati un ruolo specifico ben determinato nella società moderna, un ruolo che travalicando i trascorsi passati, si è posizionato in un “range” che li vede in mezzo dall’essere dama di compagnia e amica/o speciale.

Perché proprio questo esse/i sono. Forniscono innanzitutto compagnia, senza nulla pretendere sotto il punto di vista sentimentale, una compagnia che concordata preventivamente può essere assicurata anche per un periodo medio lungo, e che soprattutto se voluto può contemplare “trasferte” all’interno del periodo di vacanze organizzate dal cliente.

Le accompagnatrici (e gli accompagnatori) conoscono alla perfezione il loro ruolo, essi per svolgerlo al meglio forniscono dei servizi al top di categoria, assicurando tra l’altro quella prioritaria riservatezza che il loro specifico ruolo professionale impone.

vacanza con escortQuesto è il motivo per cui la clientela di quasi tutte le fasce sociali si affida loro con estrema tranquillità, essi sanno perfettamente di avere a disposizione una donna, o un uomo, che farà di tutto per fargli fare un ottima figura durante i caldi giorni delle ferie estive, ma che allo stesso tempo non metterà mai a repentaglio la loro vita sociale.

Spesso d’altronde il cliente cerca di unire l’utile al dilettevole, e non è raro per questo che alcune volte cerchi un accompagnatrice nativa del luogo che è intenzionato a visitare durante le ferie. Il connubio in questo caso risulta veramente perfetto, perché garantisce, oltre una compagnia per tutto il periodo di ferie, anche la presenza di una vera e propria guida personale, guida che farà di tutto per consentire l’esplorazione alla perfezione della località scelta.

Anche in caso di ferie marine il ruolo dell’accompagnatrice risulta indispensabile, ed anche in questo caso esula dalla mera compagnia che essa può offrire. Spesso soprattutto nel caso di importanti uomini d’affari o dello spettacolo, le ferie solitarie sono viste come il fallimento di chi nell’inverno non è riuscito a costruirsi un amicizia interpersonale decente. Avere al fianco una bella ragazza (o un bel ragazzo) mette a tacere sul nascere i pettegolezzi (sociali o familiari non ha importanza) che eventualmente potrebbero insorgere, e che potrebbero creare un sicuro imbarazzo.

Ma quali peculiarità deve avere chi si offre in qualità di accompagnatrice per le vacanze estive, soprattutto agli occhi della clientela.

Per prima cosa essa deve essere disponibile a prestare la propria opera professionale per periodi medio lunghi, le stime in questo caso parlano abbastanza chiaro, e sottendono un’attività lavorativa che va dai classici tre giorni del week end cosiddetto lungo, fino all’intera settimana. La professionista dell’accompagnamento non deve avere problemi di sorta in questo periodo, deve essere disposta a viaggiare in maniera regolare, anche fuori dai confini nazionali, e soprattutto non deve avere incombenze familiari che la possano distrarre dalla sua principale attività lavorativa, che è quella di donare il benessere mentale al proprio cliente.

La compagnia di un partner di bella presenza per le ferie 2016

In secondo luogo la sua presenza deve essere indubbiamente una “bella” presenza. Il ruolo non impone solamente la fisicità, ma di certo una accompagnatrice bella e al top della forma fisica, va preferita ad una che bella non è. Il culto della bellezza fisica, d’altronde già importante nella vita lavorativa quotidiana, viene esasperato durante le ferie, quando sono veramente pochi coloro che vogliono avere a che fare con gente fisicamente poco interessante, e soprattutto non attraente ai suoi occhi.

vacanza con la escortC’è poi da valutare la preparazione di base che l’accompagnatrice o l’accompagnatore fornisce. Anche durante le ferie molti vogliono accompagnarsi con persone colte e raffinate, persone che al di là della loro bellezza fisica, possano tenere viva con brillantezza una qualsiasi conversazione, che siano ironiche senza mai oltrepassare il limite del buon senso, capaci di rendere interessante qualsiasi situazione, e che soprattutto possano avere quell’empatia personale, necessaria per poter trasformare qualsiasi vacanza in qualcosa di bello e veramente indimenticabile.

Queste sono tutte caratteristiche che chi si offre come accompagnatrice deve possedere, e soprattutto che deve mettere a disposizione della propria clientela, una clientela desiderosa di passare qualche giorno lontano dallo stress quotidiano.

Conclusioni

Inutile dire che ci possono essere anche altre peculiarità nel ruolo di escort. Molti ad esempio propendono per avere “a disposizione” persone estremamente sportive, altri per poter avere i servigi di ragazze che possano senza problemi parlare lingue straniere, queste possono essere chiamate “particolarità specifiche”, particolarità che possono essere ampliate a dismisura a secondo delle esigenze proprie del cliente, allo scopo di fornire un servizio altamente personalizzabile.

Di certo vi è che la professione garantisce una dose di divertimento fuori dal comune, divertimento che è possibile avere anche in quelle focose giornate estive dedicate alle meritate ferie, che grazie anche a chi offre i suoi servizi di accompagnamento, possono essere sicuramente più interessanti e soprattutto molto piacevoli e …interessanti

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.