Il ruolo di una escort in un viaggio di lavoro

[Voti: 1   Media: 5/5]

Un viaggio di lavoro può richiedere la presenza di una escort professionista. Venezia, Rimini, Roma, Milano, Torino: quante mete per può avere il business? Già in passato vi abbiamo raccontato in quali occasioni farsi accompagnare da una escort, ma oggi andremo più nello specifico, analizzando tutte le varie figure che può rivestire l’accompagnatrice per un viaggio di lavoro.

Un’accompagnatrice come guida turistica

Accompagnatrice per viaggi di lavoroSpesso questi viaggi di lavoro sono in città italiane o paesi europei che la persona potrebbe non conoscere, perciò l’accompagnatrice potrebbe essere un’ottima guida turistica. Scegliere di viaggiare con una escort che è vissuta in quelle determinate zone permette al lavoratore di evitare di andare incontro a delle conseguenze negative: riuscire a orientarsi, spostarsi da zona a zona, conoscere e visitare i migliori posti della location di destinazione, tutte queste cose non saranno un problema ma una formalità, visto che sarà l’escort a guidarci attraverso i migliori luoghi della città in cui si andrà per lavoro.

Un’accompagnatrice come traduttrice

Sempre prendendo in considerazione il fatto che il viaggio avvenga in paesi europei, una persona potrebbe trovare, nel ruolo dell’accompagnatrice un secondo impiego che si differenzia completamente da quello sessuale nel quale, purtroppo, vengono etichettate tutte le accompagnatrici. Il secondo ruolo, oltre essere quello di guida del paese, è proprio quello di traduttrice. Questo rappresenta un grosso vantaggio per chi affronta quella trasferta, visto che sarà l’accompagnatrice a parlare con le persone del luogo: trovare un albergo, fare degli acquisti, parlare con un’altra persona per affari e discorsi di lavoro dove non si può essere approssimativi, risultano essere delle missioni che l’accompagnatrice potrà svolgere tranquillamente. Avere al proprio fianco un’accompagnatrice risulta essere utile, visto che si sarà sicuri del fatto che quella donna potrà offrire al lavoratore la possibilità di ottenere il massimo risultato durante quel particolare incontro di lavoro.

L’accompagnatrice manager, consigliera per una buona strategia

Escort per viaggio di lavoroUn altro ruolo che l’accompagnatrice potrebbe riuscire a svolgere, consiste nel consigliare il lavoratore che affronta il viaggio. Questo ruolo potrebbe essere realizzabile nel momento in cui l’accompagnatrice madrelingua partecipa al primo incontro di lavoro assieme a colui che l’ha assunta: conoscendo le usanze tipiche del luogo, potrebbe infatti suggerire la migliore strategia possibile sul come comportarsi con l’interlocutore, o potrebbe fornire al suo cliente tutte quelle informazioni che potrebbero risultare vincenti per conquistare la fiducia e convincere quella persona ad accettare l’accordo lavorativo. Con questo modo di fare sarà quindi possibile ottenere un grande risultato nel momento in cui, un lavoratore, decide di affrontare un viaggio di lavoro assieme all’accompagnatrice che ha tutti gli effetti così potrà ricoprire un ruolo di assistant strategist.

Se il lavoratore decide di viaggiare con un’accompagnatrice che, oltre essere del luogo, è anche una persona che ha studiato nello stesso ramo di riferimento di chi l’ha assunta, esso potrà ottenere un grande vantaggio, visto che sarà l’accompagnatrice, grazie alla sua cultura e conoscenza nel campo, a rendere l’affare molto più semplice da concludere in maniera positiva. L’accompagnatrice grazie al suo innato savoir faire potrebbe addirittura chiudere il contratto per conto del suo cliente, offrendogli la possibilità di poter ottenere il massimo risultato col minimo sforzo. Un buon risultato lo si deve ottenere con ogni mezzo possibile, e l’accompagnatrice potrebbe essere sfruttata anche in questo semplice modo, per garantire una buona riuscita dell’affare.

L’accompagnatrice e la sua compagnia

Ultimo ruolo, probabilmente meno importante rispetto a quelli prima citati, è quello di semplice accompagnatrice. E’ davvero possibile passare dei momenti divertenti  ed indimenticabili con l’accompagnatrice, con la quale si potrebbe visitare anche il paese dove si svolge il viaggio di lavoro. Questo diverrà maggiormente piacevole, soprattutto se in compagnia di una persona bella e colta con la quale trascorrere il proprio tempo: potersi recare in un ristorante, magari per celebrare l’avvenuta firma del contratto, oppure passare una serata piacevole assieme all’accompagnatrice, permetterà al lavoratore di avere un ottimo ricordo del suddetto viaggio di lavoro. Ecco quindi quali sono tutti i vari ruoli che, una escort, potrà assumere durante un viaggio di lavoro che, all’apparenza, potrebbe sembrare essere lungo, noioso e soprattutto poco produttivo.

 

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.